Minoan

Igoumenitsa

La località balneare che si affaccia sulla nobile Corfù è un porto vivace e frequentato - il secondo per movimento dopo Pireo - oltre che porta d’ acqua della vicina Italia. Il paesaggio unico di Igoumenitsa, capoluogo della Tesprozia, incanta ogni visitatore, mentre la sua storia dai molti aspetti non lascia nessuno deluso.


Si tratta di una città relativamente nuova che è stata ricostruita dopo la seconda guerra mondiale, anche se alcuni strumenti di pietra dell’era del Medio Paleolitico testimoniano che la zona era un villaggio di pescatori abitata dall'uomo preistorico.


Durante la visita a questa zona ti accorgerai che sia la città sia la zona circostante è ideale per passeggiate a piedi, corse sulla spiaggia o in montagna, sport o contatto con la natura. Dall'altro lato in pochi minuti si possono raggiungere le spiagge di Sivoto e godere di uno dei più estivi paesaggi della zona.



Arta

Arta è la seconda città più grande dell’Epiro dopo Ioannina, nota anche per il ponte che "accoglie" i viaggiatori che entrano nella città. Secondo la tradizione popolare della zona il capomastro del ponte, costruì sua moglie sulle basi per sostenere il ponte che collega le sponde del fiume Arachthos.


Arta, oltre al ponte, è costituita da una ricca bellezza naturale con montagne imponenti, alberi, castagni e sorgenti che la rendono la meta ideale per rilassarsi e rinnovarsi in ogni stagione.


Arta ha inoltre un'importante tradizione bizantina dal tempo del Despotato dell’Epiro (1229) e ne sono un esempio le chiese bizantine di AghiaTeodora, Vlacherno e Parigoritissa. Quest'ultima è un'opera architettonica unica con importanti mosaici.


Se ti trovi in zona, oltre ai bei ricordi, fà in modo di prendere mentre te ne vai agrumi, kiwi, prodotti latticini, grappa e altri prodotti tradizionali per i quali è famosa Arta.



Dodone

Dodone è uno storico villaggio di montagna a sud di Ioannina, costruito ad un'altitudine di 730 metri ai piedi del Monte Tomaros. Le case tradizionali di architettura dell’ Epiro e il paesaggio sereno sono il luogo ideale per rilassarsi e riposarsi.


Inoltre, a soli 20 km dal centro della città si trova l'antica Dodone con il teatro antico e l’oracolo - centro di culto di Zeus. Si tratta di due parti integranti della tradizione greca e della civiltà greca, che ci ricordano la ricchezza culturale della Grecia e la sua grande storia.


Lasciando la città antica è possibile continuare il viaggio anche in altre aree vicine dell'Epiro con particolare ricchezza e tradizione di ospitalità come Konitsa, Zagori ecc.

Grande e Piccolo Papingo

Naturalmente la "stella" della zona è Papingo (980 metri di altitude). Si tratta di uno dei più bei villaggi di Zagori, noto come insediamento dal 14° secolo. È costruito ai piedi di Astraka e si compone di due "quartieri", il Grande e il Piccolo Papingo (4 km di distanza l'uno dall'altro). L'architettura della zona è incantevole, mentre il villaggio è anche un punto nodale per visitare le sorgenti del Voidomatis, la piscina naturale a "Rongovo" e il rifugio del Club Alpinismo ad Astraka.


Sono inoltre interessanti le chiese di Aghios Vlasio (19° secolo) - con un'architettura rara e dipinti di 100 anni - l'Assunzione (18° secolo), Aghios Ghiorgos (18° secolo) e gli Arcangeli Santi (19° secolo) e il ponte tradizionale all'ingresso del villaggio. C'è anche la Biblioteca di Michael Anagnostopoulos.

Grotte di Perama

Appena fuori la città di Ioannina, a soli quattro chilometri in direzione di Metsovo-Trikala, si trova il pittoresco villaggio di Perama. Lì ti riceverà una grotta naturale fuori ogni immaginazione. Le grotte di Perama si sono create 1,5 di anni fa, all'interno della collina Goritsa, appena sopra il paese, mentre solo nel 1956 sono iniziati i lavori per esplorarne l’interno.


La ricca raccolta di stalattiti e stalagmiti di migliaia di anni, la colloca tra le migliori grotte del mondo e tra i monumenti più impressionanti della zona. Queste ricche decorazioni ti accompagneranno durante il giro nella grotta, costituito da una lunghezza di percorso di circa 1.500 metri.

Isoletta di Ioannina

Pensate ad un piccolo pezzo di terra di 800 metri di lunghezza e 500 metri di larghezza in un lago. L'isola nel lago di Ioannina è un paradiso terrestre in miniatura, che ospita una comunità di 110 case e alcuni dei più importanti monasteri bizantini (monasteri di Aghios Nicolaos e dei Filantropi e Aghios Panteleimonos).


Questa meraviglia della natura, con le sue strade acciottolate, le case con cortili fioriti e la ricca storia religiosa, è uno dei luoghi più frequentati dal momento che ogni giorno molte barche trasportano i visitatori da e verso la città per conoscere la storia e gustare la buona cucina.

Meteora

Appena poco più sotto si trovano le Meteora. Un blocco di enormi rocce scure che si alzano fuori da Kalambaka, in prossimità delle prime colline del Pindo e Chassia. Lì, sulle cime delle rocce, sorge il secondo per importanza complesso di monasteri in Grecia, dopo il Monte Athos che in origine era costituito da trenta edifici. Oggi sono attivi solo sei di loro, che sono sulla lista del patrimonio mondiale dell'UNESCO dal 1988.



Metsovo

Molte sono le città che sostengono il titolo del più pittoresco villaggio in Grecia, ma questo titolo appartiene senza dubbio a Metsovo. Una città di montagna che affascina i visitatori con i suoi colori incredibili e le immagini uniche. Situato ad un'altitudine di 1200 metri in uno splendido paesaggio ricco di verde, esattamente nel punto dove si separa il Pindo del Nord dal Pindo del Sud, Metsovo risveglia tutti i sensi!


Nonostante la rapida crescita del turismo in questi ultimi anni, la zona non ha perso il suo carattere tradizionale. Unisce perfettamente il passato con il presente e rappresenta un rifugio ideale non solo in inverno, ma per tutte e quattro le stagioni.


Essendo il luogo di nascita di alcuni tra i più importanti benefattori nazionali, Metsovo non poteva non essere famoso per il suo enorme sviluppo spirituale. E’ sicuro che ne ammirerai i suoi musei, i palazzi in pietra, le venti fontane tradizionali e le strade lastricate. Una passeggiata nella piazza di Metsovo, che è circondata da taverne tradizionali e splendidi caffè ti soddisferà.

Museo Archeologico di Igoumenitsa

Il Museo Archeologico di Igoumenitsa è un moderno museo regionale i cui reperti sono suddivisi in cinque sezioni principali, relative alla storia del luogo: Rievocazione Archeologica-Storica, Villaggi degli anni storici, vita pubblica, vita privata e costumi funerari.


Nel complesso la collezione permanente del Museo intitolata "Paese dei Tesprozi” comprende periodi archeologici risalenti ai periodi dal Medio Paleolitico alla dominazione ottomana (19° secolo d.C) e mostra attraverso reperti selezionati e ricco materiale visivo di accompagnamento, i più importanti momenti storici e l'unicità del passato archeologico dai molteplici aspetti della Tesprozia.


Il Museo Archeologico di Igoumenitsa è, ormai, un vivace centro culturale nella città di Igoumenitsa in quanto offre ai turisti modi alternativi di apprendimento e divertimento.

Sivota

Sivota nella Tesprozia (Murtos) è una località balneare che costituisce un centro di attrazione internazionale e nazionale del jet set. Il pittoresco porto turistico si riempie di imbarcazioni di lusso che "tengono compagnia" i clienti abituali dei caffè e dei ristoranti circostanti. Lì dove il paesaggio verde si unisce al raro blu del mare emergono le isole Agios Nicolaos e Mavro Oros, che sono un’immagine idilliaca per ogni spettatore. Oltre alla ricchezza costiera, Sivota può anche essere un punto di partenza per un'escursione ai monumenti storici e naturali dell’ Epiro.