L’Erettio, un edificio in marmo in stile ionico, era considerato il luogo più sacro dell'Acropoli. La parte orientale del tempio era dedicata ad Atena-Poliada, protettrice di Atene e la parte occidentale è stata dedicata a Poseidone - Erettio da cui ha preso il nome.

Secondo la mitologia nel punto dell'Erettio avvenne la contesa tra Atena e Poseidone per il dominio della città. Il dio del mare Poseidone colpì la roccia con il suo tridente e da questo punto nacque l'acqua di mare. A sua volta Atena lo colpì con la sua lancia e vi crebbe un olivo Gli dei che erano giudici hanno dato la vittoria ad Atena, ma gli Ateniesi volendo riconciliare le due divinità rivali hanno dedicato loro un santuario sotto lo stesso tetto.

Su un lato della chiesa c’erano a decorazione sei colonne ioniche, mentre sull'altro lato sei statue delle figlie (Cariatidi), che erano sopra la tomba di Cecrope, leggendario re di Atene.