Imerovigli si trova sul punto più alto della Caldera. Costituisce anche un insediamento tradizionale, proprio come Oia. Grazie alla sua posizione, Imerovigli fa per un ottimo osservatorio con vista sul vulcano e sulla Caldera. Si dice che il suo nome derivi dalle parole "imera" (giorno) e "vigla" (osservatorio), poiché dal 1207 d.C. l'area ospitò il Castello di Skaros, che serviva da torre di avvistamento.

Oggi, la Roccia di Skaros porta le rovine del castello medievale che fu distrutto da un terremoto, centinaia di anni dopo.

L’ aura del villaggio è puramente cicladica ed emette un’ energia calmante.