Patrasso è costellata di monumenti romani che si trovano nel centro storico della città e costituiscono un sito archeologico unico di grande importanza storica. Questi monumenti sono simboli di una crescita di Patrasso in età romana e sono costituiti  dall'anfiteatro romano, l’acquario romano, l'acquedotto romano e il ponte di Meilicho.
L’Anfiteatro romano costruito nel 1° secolo dC  durante il regno di Domiziano, è situato vicino al Conservatorio romano ed è lungo 200 metri e largo 90 metri. In questa fase ha ospitato eventi sportivi quali i "Cesarei" in onore di Cesare, in occasione dei 100 anni dalla fondazione della colonia di Patrasso.
Le Ninfee sono esempi di intensa vita romana, dal momento che si tratta di edifici del 4° secolo d.C e che sono stati utilizzati come aree ricreative. Avevano fontane, giardini, e più tardi sono stati utilizzati come templi e cimiteri.
L’ Acquedotto romano, è situato nella zona adiacente alla fortezza, sotto forma di una diga artificiale e oggi fa parte del bacino moderno. In questa zona nei tempi antichi venivano adorate le ninfe, divinità dell'acqua. Il  funzionamento iniziale si basava sul principio dei vasi comunicanti.